Funicolare Monte Brè e gita a piedi

Funicolare Monte Brè. Brè vetta

Una giornata nella natura, da Lugano-Cassarate in funicolare sulla vetta panoramica del Monte Brè, poi una passeggiata nel bosco giù a visitare il paese di Brè.

L’arredo artistico nel nucleo è unico nel suo genere e di notevole interesse.

Terminata la visita una bella camminata conduce a Cureggia, qui due grotti vi sapranno deliziare con le loro pietanze.

Da qui si prosegue giù per sentieri e scalinate nel mezzo del bosco fino al paese di Pregassona dove si trova la fermata del bus per il rientro.


La funicolare da Cassarate

Prendere la funicolare a Cassarate alle 8.45 che conduce alla fermata intermedia di Suvigliana: prima risalita alle 9.05 del mattino al Monte Brè.

Funicolare Monte Brè

Il Monte Brè (933 metri) offre un’incantevole vista sul Lago di Lugano dominato dal Monte San Salvatore, fanno da cornice pure il Monte Rosa e le Alpi.

Sulla vetta presenti due ristoranti per una pausa caffè. Dove si trova la fermata della funicolare, una scalinata conduce alla torretta e da qui in 20 minuti si giunge al paese di Brè. Questo pittoresco villaggio fu luogo abitato da contadini e residenza di numerosi artisti. Oggi luogo di villeggiatura e di residenti.

Visita al paese di Brè

Brè paese

Il percorso inizia dal piazzale della chiesa, se siete qui la domenica trovate il mercatino con prodotti locali come marmellate, liquori, biscotti. Da aprile ad ottobre dalle 11.00 alle 17.00 (solo se bel tempo). Attraversando il nucleo si possono ammirare le realizzazioni di affermati artisti, noti a livello nazionale ed internazionale. Altre opere, circa una ventina, completano l’arredo artistico di questo incantevole villaggio. Sul tragitto la bella fontana e il lavatoio.

Il sentiero per Cureggia

Terminata la visita ritornare davanti alla chiesa e proseguire sulla destra in direzione di Cureggia che si raggiunge in circa 40 minuti. Una bella camminata all’ombra del bosco, un percorso facile dove si può apprezzare la tranquillità.

Sentieri per Cureggia

Dove si trova la panchina rossa sulla destra e la grande quercia sulla sinistra del sentiero, un punto di vista sulla città di Lugano e il suo lago.

Il paese di Cureggia, un tempo era raggiungibile solo attraverso un sentiero che risaliva da Pregassona, poi nel 1956 venne costruita la strada e ne favorì lo sviluppo.

Divenne così residenza di celebri personaggi del cinema come Karlheinz Böhm, Sabina Bethmann e Arthur Maria Rabenalt. Il Grotto da Pierino e il Grotto San Gottardo, ideali per una pausa pranzo prima di riprendere il cammino.

Cureggia

Alcuni metri oltre i grotti si scende sulla sinistra sul “ul Sentée da Cürégia” nei boschi giù tra una scalinata e l’altra. Il sentiero sbuca a tratti sempre sulla strada e prosegue dall’atro lato. Un tratto si percorre sulla strada principale, poi prendere sulla sinistra la scalinata “Al Ronco” che conduce a Pregassona. Giunti sulla cantonale, attraversare dall’altro lato e prendere “Via alle Fontane”. Passare sotto l’arcata poi girare a sinistra dove si trova la fermata dei bus che conduce a Lugano.


ALBUM Lugano di Enrico Robbiani

mappa bre

Mappa dei sentieri
app. smartphone
schwyz wandern


Vai alla LUGANO foto gallery

striscia