Gola del Bletterbach, sulle tracce dei sauri

Un’escursione nella gola del Bletterbach al GEOPARC canyon nelle Dolomiti.

Cosa vedere a Trento e dintorni anche con bambini?

Gola del Bletterbach

Sulle tracce dei sauri, osservare le stratificazioni della roccia che raccontano le diverse ere glaciali. Fossili, sedimentazioni marine con conchiglie, chiocciole che vissero nei mari tropicali delle Dolomiti milioni di anni fa.

L’entrata è a pagamento e viene fornito un caschetto per la sicurezza.

Indossare scarpe adatte per l’escursione e portare cibo e acqua. La durata dell’escursione è di circa tre ore e mezzo, si può fare in libertà o con la guida.


ALBUM Südtirol – Ente turistico Aldino e Redagno


GEOPARC un tuffo nella preistoria

GEOPARC canyon del Bletterbach nelle Dolomiti è patrimonio mondiale UNESCO.

Il GEOPARC si trova nei pressi di Aldino, località situata a sud-est di Bolzano (Italia).

Bletterbach

Quindicimila anni or sono il piccolo Rio Bletterbach iniziò a scavare la terra su una lunghezza di 8 chilometri ed incidendola ad una profondità di 400 metri dando così origine ad una magnifica gola, unica del suo genere in Europa.

La discesa nella profondità del canyon è di circa mezz’ora, qui la storia della terra mostra pietre che risalgono a milioni di anni fa, orme di sauri, piante, pesci fossilizzati e conchiglie.

Tutto questo molto suggestivo, è come immergersi nella preistoria.

Si percorre tutto il canyon sul greto del Rio, alzando lo sguardo all’insù si vedono tutte le stratificazioni delle diverse ere geologiche che hanno creato le Dolomiti così come le vediamo oggi.

Il centro visitatori ad Aldino, illustra i processi che hanno portato alla formazione delle rocce nel canyon del Bletterbach, mentre il museo geologico di Redagno ospita reperti fossili, per esempio orme di sauri, pesci fossilizzati, conchiglie e piante.

Questa la mappa:

mappa geoparc

Vai alla ALBUM foto gallery

striscia